Felices Pascuas (anche d’inverno)

L’ultimo post dell’anno trae spunto da un’espressione di auguri più o meno comune in questo periodo – Felices Navidades – e a differenza della maggior parte dei post qui presenti riporta semplicemente una breve considerazione su alcune espressioni come quella sopra riportata (più che trucchi o suggerimenti).

In breve, è abbastanza frequente trovare in spagnolo delle espressioni che, se cristallizzate o idiomatiche (es. locuzioni avverbiali) lo fanno al plurale, a differenza della relativa forma italiana (quando esistente). Oltre che per l’espressione precedente, questo succede anche ad es. con Felices Pascuas (che a seconda delle aree geografiche può indicare tanto il periodo natalizio quanto quello pasquale).

Simile considerazione vale per alcune espressioni avverbiali di modo, come de todas formas, de todas maneras, de todos modos (“comunque”, “in ogni caso”), o di luogo, come por todas partes, por todos lados (“ovunque”, “in ogni parte”), 

Infine anche le forme comuni di saluto utilizzano esclusivamente il plurale, come buenos días, buenas tardes, buenas noches (rispettivamente “buongiorno”, “buon pomeriggio” e buonanotte”).

Ciao

Giovanni


P.S. Muchas gracias a Guia Valencia per la spiegazione sull’origine di Felices Pascuas e al prof. Carrera Díaz “Grammatica Spagnola” per gli spunti
Annunci

También y tampoco

También e tampoco significano rispettivamente ‘anche’ e ‘neanche’ quando questi due avverbi vengono utilizzati per aggiungere un’ulteriore affermazione o negazione a una precedentemente espressa

Mañana me apetecería ir al cine. A mí también.   →   Domani mi piacerebbe andare al cinema. Anche a me.

A mí no me gusta nada madrugar. A mí tampoco.  →   A me non piace affatto svegliarmi presto. Neanche a me

A differenza dell’italiano, però, in cui è la parte iniziale dell’avverbio a cambiare (‘anche’ e ‘ne-anche’), in spagnolo è la parte finale a modificarsi (tam-bien tam-poco). Allora un piccolo indizio per ricordarsi quale dei due indica un’aggiunta ad un’affermazione e quale ad una negazione è pensare i due aggettivi proprio come li ho scritti poco fa, perché

  • también suona come tan bien, ovvero così bene (cioè bene come l’affermazione che la precede)
  • tampoco suona come tan poco, ovvero così poco (cioè poco/niente come la negazione che la precede)

Tutto qui

Giovanni

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 28 follower

Mantenlo Simple

Minimalismo, simplicidad, sencillez e ideas para rumiar

Il blog del traduttore

Opinioni di un traduttore su un taccuino elettronico. Il blog di Ettore Mazzocca

Notebook Stories

Notebooks, journals, sketchbooks, diaries: in search of the perfect page...

Mario Benedetti

Mario Benedetti y su obra Poetica

El Blog para Aprender Español

Un diario per condividere suggerimenti, idee e curiosità sulla lingua spagnola

El Viajero Astuto

Un diario per condividere suggerimenti, idee e curiosità sulla lingua spagnola

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: